Umidità con pressione

L’umidità con pressione da pendio solitamente si riscontra nei muri contro terra dove le strutture murarie sono a contatto con pendii montuosi.

Se la muratura non è isolata esternamente ed è a contatto con un terreno poco drenante è probabile che a causa delle piogge l’acqua riesca ad infiltrarsi ed a compromettere i muri. Si formeranno delle macchie umide che successivamente causeranno lo sfaldamento delle pitture ed il deterioramento degli intonaci. In base a come è costruito il muro, ai materiali utilizzati ed al tipo di terreno a contatto potremmo avere formazioni di macchie più o meno grandi e sparse in maniera irregolare sui muri.

Anche le falde acquifere sotterranee in luoghi collinari possono causare le stesse problematiche sui muri.

In entrambi i casi la loro individuazione non è semplice

Con l’ausilio della termocamera ad infrarossi ed un’accurata misurazione dei muri con il metodo ponderale è possibile individuare le aree di accesso dell’acqua. Bene, come possiamo intervenire?

La soluzione migliore sarebbe chiaramente quella di isolare i muri dall’esterno ma, oltre all’invasività dell’intervento, non sempre è possibile oltre che estremamente costoso. I metodi maggiormente utilizzati sono i cosiddetti “occhio non vede cuore non duole” ossia mascherare l’inestetismo coprendolo così non si vede, resta dietro e siamo tutti felici.

Il più gettonato è il cartongesso il quale dopo un po’ assorbirà l’umidità ed oltre a riproporci il problema avremo anche da eliminare la puzza ed eventuale comparsa di muffe ( se sei tra quelli che hanno fatto il tentativo sai bene di cosa parlo !!! ) è chiaro quindi come non possa essere la soluzione più adatta.

La misurazione ponderale e le termografie ci permettono ci valutare al meglio la quantità di acqua presente e di localizzarne le aree, in questo modo si potrà scegliere la soluzione più indicata. In caso di infiltrazione localizzata e circoscritta si potrà intervenire con delle inserzioni chimiche di resine.

In altri, casi dopo aver ben analizzato la situazione, anche intonaci di contro-spinta o l’applicazione di resine impermeabili possono essere la soluzione ma ogni singolo caso va valutato con attenzione considerando tutti gli aspetti tecnici e strutturali.